I CONSIGLI DI ‘STOP ALLE FRATTURE’

La fragilità ossea e le sue possibili conseguenze, come le fratture di femore o delle vertebre, possono influire sulla qualità di vita. Questa, tuttavia, può essere soddisfacente, sia nella quotidianità, sia nelle relazioni, se si seguono alcuni accorgimenti riguardanti la gestione della malattia e la prevenzione delle sue complicanze.

Di seguito i consigli di ‘Stop alle Fratture’ per seguire uno stile di vita corretto, gestendo nel modo migliore la malattia e ritornando alle vecchie abitudini, con un minor rischio di fratturarsi nuovamente.

Consigli generali per prevenire le fratture da fragilità
  • Tenere a mente che la frattura, se non legata a traumi importanti, potrebbe essere dovuta a fragilità ossea e, quindi, all’osteoporosi
  • Non sottovalutare la comparsa di dolore insolito e prolungato alla schiena, del quale andrà informato subito il medico
  • Mantenere un’attività fisica moderata e costante, per aumentare la forza muscolare e migliorare l’agilità e l’equilibrio, riducendo il rischio di cadute
  • Prestare attenzione al peso corporeo perché sia l’eccessiva magrezza che il sovrappeso possono mettere a rischio la salute delle ossa

Consigli utili a casa
  • Calzare scarpe con tacchi bassi e suole antiscivolo
  • Mettere in sicurezza la casa, rimuovendo gli oggetti sparsi sul pavimento e i tappeti, che potrebbero far inciampare e cadere
  • Prestare attenzione agli animali domestici, soprattutto se di piccole dimensioni, che potrebbero far inciampare e cadere
  • Evitare le superfici scivolose, in particolare i pavimenti
  • Illuminare sempre bene la casa, anche di notte
  • Attrezzare il bagno con adeguate maniglie di appoggio
  • Non rimanere soli, specialmente nel primo periodo dopo la dimissione dall’ospedale, e farsi assistere da un familiare o da una persona di fiducia
  • Dopo l’intervento per la frattura del femore, utilizzare correttamente il bastone d’appoggio per camminare, adeguandolo alla statura e portandolo dal lato non fratturato

Consigli per una corretta gestione della malattia
  • Effettuare periodicamente le visite mediche di controllo
  • Eseguire gli accertamenti diagnostici, come la densitometria (MOC) e la radiografia della colonna vertebrale, per controllare l’evolversi della malattia ed intervenire tempestivamente in caso di peggioramento
  • Assumere correttamente, seguendole indicazioni fornite dal medico, i farmaci per la cura dell’osteoporosi che vengono prescritti insieme al calcio e alla vitamina D
ITLLY00185a