LE TERAPIE

L’osteoporosi oggi si può e si deve curare, sia per prevenire la prima frattura sia per diminuire il rischio di successive fratture. Si dispone di vari farmaci, diversamente utilizzati, a seconda delle gravità dell’osteoporosi, sia negli uomini che nelle donne.

In particolare, la terapia farmacologica dell’osteoporosi si basa sull’utilizzo di farmaci in grado di:
• bloccare la perdita eccessiva di osso (antiriassorbitivi)
• stimolare la formazione di nuovo osso (osteoinduttori)

che , però, risultano efficaci solo se assunti regolarmente, osservando quanto prescritto dal medico.

E’ fondamentale, poi, che ad ogni terapia per l’osteoporosi, sia associato un adeguato apporto di vitamina D e calcio, soprattutto in condizioni di carenza alimentare.

La rimborsabilità dei farmaci per l’osteoporosi da parte del SSN è stabilita dalla Nota 79, che ne individua le condizioni di rischio. L’ultimo aggiornamento della Nota 79 (Maggio 2015) considera dello stesso peso tutte le fratture da fragilità, indipendentemente dalla sede scheletrica in cui si sono verificate. La scelta Del farmaco da utilizzare è decisa dallo specialista in base al numero e alla gravità delle fratture nonché alle caratteristiche individuali del paziente.

ITLLY00185a