L’importanza di mantenere un peso corretto nell’osteoporosi severa

L’importanza di mantenere un peso corretto nell’osteoporosi severa


La salute delle ossa è influenzata anche dal peso corporeo, sia in eccesso che in difetto, per cui mantenere un peso è molto importante.

L’obesità è data da un eccesso di tessuto adiposo nell’addome che, contrariamente a quanto si credeva fino a non molto tempo fa, rappresenta un vero e proprio organo. Oltre ad essere un serbatoio energetico, il tessuto adiposo è anche sorgente di ormoni, cioè si comporta come un organo endocrino. Questo tessuto produce, tra altre sostanze, anche molecole, chiamate adipochine, o citochine pro-infiammatorie che, come suggerisce il nome, oltre ad essere responsabili di infiammazione a livello generale sono anche un fattore di rischio per l’insorgenza di diverse malattie metaboliche croniche. Tra queste, sembra che anche il metabolismo osseo sia influenzato negativamente e non consenta la corretta rigenerazione dell’osso, portando, quindi, ad una diminuzione della sua densità e ad un maggior rischio di frattura.

L’eccessiva magrezza, invece, compromette la salute dell’osso con un duplice meccanismo: da un lato perché un’alimentazione scarsa e non bilanciata non consente una adeguata introduzione di proteine e di minerali tra cui soprattutto il calcio contenuto nei latticini e dall’altro il tessuto adiposo che produce estrogeni (ormoni con un effetto positivo sulla salute dell’osso e che diminuiscono considerevolmente con la menopausa). Pertanto, se il livello di estrogeni è troppo basso e il tessuto adiposo per una dieta carente troppo scarso, la salute dell’osso viene ad essere compromessa.

E’, quindi, di fondamentale importanza mantenere un peso corporeo adeguato attraverso una dieta bilanciata, che non interferisca con il metabolismo osseo. Per garantire, quindi, la salute del nostro corpo via libera a frutta e verdura ma limitarsi nel consumo di pasta, carne rossa e latticini.

ITLLY00185